Come configurare e iniziare con Raspberry Pi 3 (Guida introduttiva)

Il Raspberry Pi è un mini computer economico, a bassa potenza, delle dimensioni di una carta di credito. Può fare ogni sorta di cose meravigliose come essere un desktop per uso generale, un server multimediale a basso costo e basso consumo, un dispositivo di automazione domestica e molto altro. L’ultima versione, denominata Raspberry Pi 3, ha 4 porte USB per collegare le periferiche (acquistate separatamente) come tastiera, mouse, pen drive, una porta HDMI per collegare un monitor o una TV, un jack audio da 3,5 mm per altoparlanti e cuffie, una porta Ethernet, un modulo Wi-Fi e Bluetooth integrato e persino una serie di pin GPIO per gli armeggi tra noi.

Lampone Pi

Per quanto meravigliosa sia questa mini centrale elettrica, configurarla per l’uso non è così semplice. Richiede tempo, pazienza, armeggiare e volontà di risolvere i problemi man mano che si presentano. Quindi, ecco una guida passo passo su come configurare il tuo Raspberry Pi per la prima volta.

Nota: Stiamo usando il Raspberry Pi 3 per questo articolo. Queste istruzioni, tuttavia, funzioneranno anche con Raspberry Pi 1 e 2.

Cosa ti serve per configurare Raspberry Pi 3

Il Raspberry Pi non viene fornito con tastiera, mouse, display, memoria e nemmeno un alimentatore. Quindi, ecco un elenco dell’hardware e del software necessari per configurare Raspberry Pi 3:

Ti consigliamo di acquistare l’ultimo Raspberry Pi 3, poiché è il Pi più veloce e avanzato di sempre e viene fornito con WiFi e Bluetooth integrati, a differenza dei modelli precedenti. Costa anche lo stesso.

Acquista ($ 35,70)

Il Raspberry Pi utilizza un caricabatterie micro USB standard (quello che usi sul tuo smartphone) come alimentatore, con un avvertimento importante che deve avere un’uscita di almeno 2,0 A. Gli alimentatori con valori nominali inferiori potrebbero funzionare, ma potrebbero causare problemi quando si collegano periferiche USB o durante un uso intensivo.

Acquista ($ 9,99)

Puoi utilizzare qualsiasi scheda MicroSD di riserva che hai in giro. Si consiglia di utilizzare un Classe 10 carta con almeno 16 GB di stoccaggio.

Acquista ($ 7,99)

Avrai bisogno di un lettore di schede per caricare un sistema operativo sulla tua scheda microSD. Se hai un laptop, probabilmente ne ha uno integrato, quindi non è necessario acquistarlo separatamente.

Acquista ($ 13)

Ancora una volta, puoi usare quelli che già possiedi. Non ti serviranno se desideri configurare un server headless sul tuo Pi, ma sono comunque consigliati nel caso in cui si verifichi un problema durante l’installazione e sia necessario risolvere rapidamente i problemi.

Acquista ($ 18,10)

Avrai bisogno di un cavo HDMI per collegare il tuo Pi a uno schermo. La maggior parte dei monitor e dei televisori moderni è dotata di porte HDMI, quindi la connettività non dovrebbe essere un problema. Tuttavia, se il tuo monitor non lo supporta, avrai bisogno di un adattatore da HDMI (femmina) a DVI o VGA (maschio).

Acquista ($ 5,49)

  • Caso (facoltativo, ma consigliato)

Anche se puoi mantenere il tuo Pi “nudo” senza problemi, avrai bisogno di una custodia se vuoi proteggerlo. Puoi acquistare una delle tante custodie disponibili, oppure essere creativo e crearne una tua.

Acquista ($ 7,91)

Guida introduttiva a Raspberry Pi

Preparazione della scheda SD

1. Inserisci la scheda SD nel lettore di schede e inserisci il lettore di schede nel PC.

2. Scarica e installa il Formattatore SD per Windows attrezzo. Dovrai andare in fondo alla pagina e fare clic Accettare prima che inizi il download.

3. Fare clic con il tasto destro sul SDFormatter icona sul desktop e selezionare Esegui come amministratore.

4. Qui, selezionare l’unità si desidera formattare (D: nel mio caso). Fai attenzione a selezionare l’unità corretta, altrimenti potresti cancellare i dati su un’altra unità. Per precauzione, rimuovere eventuali pen drive o altri dispositivi di archiviazione espandibili collegati al sistema.

5. Vai al Opzioni e assicurati che Regolazione della dimensione del formato è impostato per SU.

6. Ora, fai clic su Formato e dì di sì ai controlli di sanità mentale. Se vedi una finestra di dialogo come questa sullo schermo, congratulazioni! Ora sei pronto per caricare la tua scheda SD con un sistema operativo.

2016-09-22-3

Installazione del sistema operativo Raspbian

1. Scarica il sistema operativo Raspbian (1,3 GB). Al termine del download, fare clic con il pulsante destro del mouse e estratto l’immagine dal file zip. L’immagine completamente estratta avrà una dimensione di circa 3,75 GB, quindi assicurati di avere abbastanza spazio disponibile.

2. Scarica e installa lo strumento Win32 Disk Imager.

3. Fare clic con il pulsante destro del mouse Win32 Disk Imager icona e selezionare Esegui come amministratore.

2016-09-22-4

4. Assicurati che il guida corretta è selezionato nel Dispositivo sezione (D: nel mio caso).

2016-09-22-5

5. Fai clic sull’icona della cartella accanto alla barra degli indirizzi e vai alla directory in cui hai estratto l’immagine Raspbian. Seleziona il file immagine e fare clic Aprire.

2016-09-22-6

6. Dopo aver verificato il file immagine corretto e l’unità per la scrittura, fare clic su Scrivere e conferma la tua scelta. La tua scheda SD verrà ora caricata con il sistema operativo Raspbian. Questo processo richiederà del tempo, quindi prendi una tazza di caffè.

2016-09-22-10

7. Una volta terminato il processo, vedrai la seguente schermata.

2016-09-22-11

8. Clicca sul Rimozione sicura dell’hardware icona nella barra delle applicazioni e selezionare il lettore di schede. Ora rimuovi il lettore di schede dal tuo PC. Ora sei pronto per accendere il tuo Raspberry Pi per la prima volta!

Prepararsi per il primo avvio

1. Dopo aver rimosso la scheda microSD dal lettore di schede, capovolgi il tuo Raspberry Pie inserire la scheda nello slot per schede microSDcome mostrato nell’immagine:

scheda SD

2. Facoltativo: inserisci il tuo Raspberry Pi nella sua custodia, se ne hai uno.

3. Ora, inserisci il mouse, tastiera, alimentatore e cavo HDMI negli appositi alloggiamenti.

collegato

4. Accendi il alimentazione per il tuo Pi e il tuo monitor. Se tutto è andato bene, vedrai del testo di avvio.

Finalmente vedrai il tuo bellissimo nuovo desktop! Sentiti libero di dare un’occhiata in giro e divertirti.

bg

Configurazione delle opzioni del sistema operativo Raspbian

Nessun sistema operativo è mai impostato esattamente come vogliamo e il sistema operativo Raspbian non fa eccezione. Ecco alcune configurazioni che devi eseguire su Raspbian OS per semplificarti la vita:

Imposta il layout della tastiera

Raspbian è impostato per utilizzare il Inglese (Regno Unito) layout della tastiera per impostazione predefinita, mentre la maggior parte degli anglofoni negli Stati Uniti, Canada, India ecc. utilizza il layout inglese (USA). Ecco come cambiarlo:

1. Vai a Menu > Preferenze > Impostazioni mouse e tastiera.

tastiera1

2. Passa a Tastiera del computer scheda in alto e seleziona Layout della tastiera.

impostazioni dei tasti

3. Qui, selezionare il layout della tastiera di tua scelta. Uso l’inglese (Stati Uniti), quindi è quello che ho selezionato. Clic OKe hai finito.

layoutselect

Configurazione di base

Per impostare alcune nozioni di base, vai a Menu > Preferenze > Configurazione Raspberry Pi e vai su alcune opzioni utili in ogni scheda:

config1

File system: Il sistema operativo Raspbian non è configurato per occupare tutto lo spazio sulla scheda SD. Per utilizzare tutto lo spazio disponibile, fare clic su Espandi Filesystem pulsante.

Parola d’ordine: L’utente predefinito ‘pi’ ha la password ‘raspberry’ per impostazione predefinita. Si consiglia di cambiarla con una password più sicura facendo clic su Cambia la password. Tieni presente che la tua nuova password sarà visibile sullo schermo quando la imposti per la prima volta.

Login automatico: Il sistema operativo Raspbian accederà automaticamente all’utente predefinito ‘pi’ senza richiedere una password. Per motivi di sicurezza, si consiglia di farlo deseleziona questa opzionein modo che il sistema richieda una password ad ogni avvio.

Scansione sotto: su molte schermate, potresti vedere a contorno nero sui bordi. Per sbarazzartene e assicurarti di utilizzare l’intero schermo, metti questa opzione su Disabilitato.

config2

Qui troverai varie interfacce disponibili per il tuo sistema. Questi non sono importanti per ora. Abbiamo abilitato il SSH demone, che viene utilizzato per connettersi a sistemi simili a Unix, in remoto. Se non sai cosa significa la frase precedente, dovresti conservarla Disabilitato.

config3

Qui puoi impostare le opzioni per overclocking e impostazione della memoria della GPU. Come nella sezione precedente, se non sai cosa significano, probabilmente dovresti mantenere le impostazioni predefinite.

config4

Qui puoi impostare il fuso orario, locale e layout della tastiera. Questi sono piuttosto autoesplicativi e si consiglia di modificare tutte queste impostazioni in quelle che si adattano alla propria posizione e alle proprie preferenze.

Una volta che hai finito di giocare con le impostazioni, fai clic su OK e ti verrà chiesto di riavviare. Clic e il tuo sistema si riavvierà con le impostazioni che hai applicato.

Configura la rete

Probabilmente vorrai connettere il tuo Pi a Internet. Se stai usando Ethernet, molto probabilmente il tuo router eseguirà automaticamente il lavoro utilizzando DHCP e non devi fare nulla. Se utilizzi il Wi-Fi, segui le istruzioni:

1. Clicca sul Rete nell’angolo in alto a destra dello schermo e seleziona la rete a cui desideri connetterti.

rete1

2. Ora ti chiederà la tua password. Inseriscilo e premi OK.

rete3

3. Ora vedrai apparire l’icona WiFi con la potenza attuale del segnale. Ciò significa che sei connesso. Apri il browser web (Menu > Internet > Browser Web Epifania) e apri qualsiasi sito Web per testare la tua connessione.

Aggiorna il tuo sistema e installa nuovo software

Come qualsiasi altro computer, è importante mantenere aggiornato il tuo Raspberry Pi e rimanere al passo con le ultime correzioni di sicurezza e bug. Ecco come farlo:

1. Vai a Menu > Preferenze > Aggiungi/Rimuovi software. Clicca su Opzioni nell’angolo in alto a sinistra e seleziona Controlla gli aggiornamenti.

aggiornare

2. Qui vedrai i pacchetti che devono essere aggiornati. Mantieni tutti i pacchetti selezionati e clicca su Installare aggiornamenti. Sii paziente e non spegnere il tuo Pi fino al termine dell’installazione degli aggiornamenti.

aggiornamento2

Lo stesso Aggiungi/Rimuovi software il programma ti consente anche di installare nuove app. Basta sfogliare le varie categorie o cercare il software desiderato.

Aggiungi Rimuovi

VEDERE ANCHE: Arduino vs Raspberry Pi: un confronto dettagliato

Tutto pronto per usare il tuo Raspberry Pi?

Bene, è così che puoi configurare un desktop Raspberry Pi da zero e speriamo che tu abbia trovato utile la nostra guida. Se hai dei dubbi, faccelo sapere nella sezione commenti qui sotto. Bene, per ora è tutto e speriamo che ti piaccia il tuo nuovissimo desktop Raspberry Pi. Inoltre, stiamo solo iniziando con il Raspberry Pi e alcuni degli argomenti che tratteremo includono, ma non sono limitati a:

  • Web personale e file server
  • Centro di streaming multimediale con Kodi
  • Macchina da gioco retrò
  • Router e filtro Web
  • Cornice digitale
  • Centro domotico
  • Sostituzione economica di Amazon Echo

Quindi, resta sintonizzato e guarda questo spazio per altri fantastici progetti Raspberry Pi, suggerimenti e trucchi.

Leave a Comment

Your email address will not be published.