Come utilizzare l’Assistente Google su Windows, macOS e Linux

Google Assistant è uno degli assistenti vocali più utilizzati al mondo. Sebbene supporti un’ampia gamma di prodotti tra cui smartphone, display intelligenti, altoparlanti intelligenti e altri dispositivi per la casa intelligente, il supporto per PC desktop è sempre stato una seccatura. Google non ha mostrato interesse a portare Assistant su desktop e laptop, ad eccezione dei Chromebook. Se sei una persona che sta cercando un modo per utilizzare l’Assistente Google sul tuo computer Windows, macOS o Linux, ci sono buone notizie. Uno sviluppatore con sede a Chennai Melvin. L. Abraham ha creato un client desktop Google Assistant multipiattaforma non ufficiale basato su Google Assistant SDK. Oggi mostreremo i passaggi necessari per configurarlo e utilizzare l’Assistente Google sul tuo PC.

Usa l’Assistente Google su Windows, macOS e Linux

Il processo per abilitare Google Assistant può sembrare un po’ complicato a prima vista. Tuttavia, se risparmi qualche minuto per seguire i passaggi, puoi configurarlo facilmente e iniziare a utilizzare Google Assistant per controllare il tuo PC. Un altro aspetto degno di nota è che questo il cliente è in fase di sviluppoe, quindi, potresti riscontrare bug occasionali durante l’utilizzo.

1. Registra il dispositivo per utilizzare l’Assistente Google su PC

1. Per iniziare, scarica l’ultima versione del client desktop da GitHub sul tuo PC. Sto usando una macchina Windows 10 per questa dimostrazione, ma puoi scaricare quella basata sul sistema operativo del tuo sistema.

scarica l'app dell'assistente di google

2. Installa l’app Assistant sul tuo PC. A questo punto, non funzionerà sul tuo PC e dovresti prima configurare il back-end. Fare quello, aprire la Console delle azioni dal tuo browser web e fare clic su “Nuovo progetto”. Dovresti accedere con il tuo account Google per accedere a Actions Console.

aprire la console delle azioni

3. Consulta i termini di servizio di Google, scegli l’interruttore “Sì” e fare clic su “Accetta e continua”.

accetta di google tos

4. Quando viene visualizzato il popup Nuovo progetto, imposta un nuovo nome progetto, scegli la lingua e la tua regione. Dopo aver compilato questi dettagli, fare clic sul pulsante “Crea progetto”..

creare e nominare un nuovo progetto

5. Subito dopo aver fatto clic su Crea progetto, viene visualizzata una pagina che consente di configurarlo. Da qui, scorri verso il basso e noterai un opzione per la registrazione del dispositivo. Fare clic sul collegamento ipertestuale “Fai clic qui”..

registrazione dispositivo assistente

6. Verrai indirizzato alla pagina di registrazione del dispositivo. Fare clic sul pulsante che dice “Registra modello” per procedere oltre.

pagina di registrazione del dispositivo per l'assistente

7. Dovresti ora impostare il nome del prodotto, il nome del produttore e il tipo di dispositivo. Lo sviluppatore afferma che puoi impostare qualsiasi tipo di dispositivo. Ho usato la TV come tipo di dispositivo e puoi scegliere qualsiasi altro tipo di dispositivo se preferisci. Al termine, fare clic sul pulsante “Registra modello”.

nominare il dispositivo e impostare il tipo di dispositivo

8. Abbiamo ora raggiunto un passaggio importante in cui dovresti scaricare il file della chiave. Questo sarà un file ‘.json’ e avrai bisogno di questo file in seguito per configurare il client. Fare clic sul pulsante “Scarica credenziali OAuth 2.0”. per scaricare questo file.

scarica le credenziali oauth 2.0

2. Abilita l’API dell’Assistente Google e la schermata di consenso alla configurazione

1. Apri la Console di Google Cloud Platform e clicca sul menu a tendina accanto al logo di GCP nell’angolo in alto a sinistra.

seleziona un progetto gcp

2. Ora dovresti scegliere il progetto che hai creato in precedenza. Fare così, fare clic sulla scheda “Tutto”.individuare il progetto e premi il pulsante Apri.

scegli e apri il progetto gcp

3. Dal menu a sinistra di GCP, fai clic su “API e servizi” per abilitare l’API dell’Assistente Google.

apri la sezione apis e servizi

4. Dal dashboard, fai clic su “Abilita app e servizi”. Verrai ora indirizzato alla pagina della libreria API.

abilitare API e servizi

5. Nella pagina di ricerca della Libreria API, digita Assistente Google e scegli “API dell’Assistente Google”.

API dell'Assistente Google dalla libreria API

6. Fare clic sul pulsante “Abilita”. per abilitare l’API dell’Assistente Google.

abilita l'API dell'assistente di Google

7. Quando si apre la pagina dell’API dell’Assistente Google, passare alla sezione Credenziali dalla barra laterale sinistra e fare clic su “Configura schermata di consenso”.

configurare la schermata di consenso8. Quando sei nella schermata di consenso OAuth, impostare ‘Esterno’ come tipo di utente e fare clic su “Crea”.

schermata di consenso oauth

9. Nella pagina delle informazioni sull’app, scegli la tua email nella sezione email di supporto utente.

aggiungi email di supporto utente

10. Senza uscire dalla pagina, scorri verso il basso, inserisci il tuo indirizzo email nella casella delle informazioni di contatto dello sviluppatore, e fare clic su “Salva e continua”.

aggiungi le informazioni di contatto dello sviluppatore

11. Non devi modificare nulla nella pagina “Ambiti”. Clicca su ‘Salva e continua’ per procedere al passaggio successivo.

saltare gli ambiti

12. Lo stesso vale per le informazioni facoltative. Fare clic su Salva e continua andare oltre.

salta le informazioni facoltative

13. Nella pagina che appare ora, fare clic sul pulsante “Aggiungi utenti”. per aggiungere utenti di prova.

aggiungi utenti di prova

14. Dovresti ora aggiungere utenti con l’indirizzo email. Come sottolinea lo sviluppatore del client, puoi aggiungere più utenti separando gli ID e-mail con una virgola. Ho utilizzato l’indirizzo e-mail che ho utilizzato in questo processo di configurazione. Una volta fatto, clicca su Salva.

aggiungi utenti per l'app

3. Imposta l’autenticazione del client dell’Assistente Google

Ora hai preparato il tuo PC per eseguire Assistant poiché hai già completato la registrazione del dispositivo e configurato la schermata di consenso dell’API. Con alcuni passaggi aggiuntivi, puoi iniziare a utilizzare l’Assistente Google sul tuo PC.

1. Apri il client dell’Assistente Google che hai installato e vai alle Impostazioni facendo clic sull’icona a forma di ingranaggio nell’angolo in alto a sinistra dell’app.

aprire le impostazioni del client dell'assistente di Google

2. Ora dovresti usare il file .json delle credenziali OAuth 2.0 scaricato in precedenza. Fare clic sul pulsante Sfoglia nella sezione Autenticazione e imposta il percorso del file JSON su “Percorso file chiave”. Puoi lascia vuoto il “Percorso token salvato”..

imposta il percorso del file chiave

3. Dopo aver impostato il percorso, fare clic sul pulsante Salva.

salva il percorso del file chiave

4. L’app ora chiederà se desideri impostare automaticamente il percorso dei token salvati. Fare clic sull’opzione “Imposta automaticamente un percorso”. andare avanti.

imposta automaticamente il percorso dei token

5. Ora dovresti riavviare l’applicazione. Fare quello, fare clic sul pulsante “Riavvia Assistente”. nell’angolo in basso a sinistra.

fare clic sull'assistente di riavvio

6. Quando l’app si apre di nuovo, vedrai una pagina che ti chiede di incollare il codice di autenticazione. Allo stesso tempo, si apre una nuova pagina di autenticazione nel browser Web predefinito.

ottenere client assistente token

7. Passare alla pagina di autenticazione e scegli il tuo account Google per consentire le autorizzazioni.

autenticarsi utilizzando l'account google

8. Fare clic su “Consenti” per concedere le autorizzazioni dell’Assistente Google.

concedere i permessi dell'assistente

9. Ora vedrai un codice di autenticazione. Fare clic sul pulsante copia per copiarlo negli appunti del tuo sistema.

copiare il codice di autenticazione

10. Torna all’app client e incolla il codice nel campo dato e clicca su Invia.

invia il codice di autenticazione

11. Ora puoi riavviare l’assistente per iniziare finalmente a usarlo. Fare clic sul pulsante “Riavvia assistente”. fare quello.

assistente di riavvio dopo il codice di autenticazione

4. Impressioni client dell’Assistente Google

Sebbene non ufficiale, il client dell’Assistente Google è progettato bene. Sembra elegante, ha angoli arrotondati e puoi ridimensionare l’app orizzontalmente e verticalmente. Puoi utilizzare l’app per emettere una varietà di comandi vocali di base, tra cui ricerche, controllo del tempo e controlli della casa intelligente. Su macchine Windows, puoi accedere al client con la scorciatoia da tastiera ‘Windows+Shift+A.’

controlla il client dell'assistente meteo

Nella pagina delle impostazioni dell’app, hai le opzioni per modificare diversi aspetti dell’app in base alle tue preferenze. Ad esempio, puoi scegliere di mantenere l’app sempre in primo piano rispetto ad altre app per un rapido accesso. Nel caso in cui desideri un tema leggero, puoi cambiare tema dalle impostazioni.

impostazioni client dell'assistente google

Ho anche provato a giocare ad alcuni giochi dell’Assistente Google per testarne le capacità e ha funzionato perfettamente. Di seguito è riportato il gioco dell’Assistente Google “Ti senti fortunato?” tramite l’assistente su un PC Windows 10:

giochi su assistente client

Tuttavia, ci sono un sacco di avvertimenti. Voi non è possibile utilizzare l’app per riprodurre musica dai servizi di streaming musicale, riprodurre video di YouTube o film e programmi TV Netflix o avviare app. Inoltre, non puoi utilizzare il comando Ehi Google / Ok Google per attivare l’Assistente. Dovrai invece aprire manualmente l’app per digitare o utilizzare i comandi vocali. Detto questo, il rilevamento delle hotword è nell’elenco delle cose da fare del progetto e potrebbe arrivare in futuro.

funzionalità imminenti per l'assistente client

Prova l’Assistente Google sul tuo PC

Se sei interessato a contribuire a questo progetto open source, puoi farlo dalla pagina GitHub del progetto. Resta da vedere se Google creerà mai client Desktop Assistant per altre piattaforme, ma fino a quando ciò non accadrà, puoi verificarlo e vedere se lo trovi utile. Per testare tutte le funzionalità dell’app, dai un’occhiata al nostro articolo sui migliori trucchi dell’Assistente Google e provali.

Leave a Comment

Your email address will not be published.