I 5 migliori fattori di ranking SEO per il 2013 fino al 2014

Siamo già a metà del 2013 e questo è il momento migliore per scrivere ciò che abbiamo imparato fino ad ora nel 2013 per aiutare il tuo sito web a posizionarsi al di sopra della concorrenza. Sebbene la maggior parte dei fattori siano sempre gli stessi e la maggior parte del nostro pubblico li sappia, ci sono molte cose che ultimamente sono diventate irrilevanti o sono ora contrarie al gioco SEO di Google. I fattori sono stati confrontati con la loro forza dell’ultimo anno e quindi dovrebbero aiutarti a decidere dove devi lavorare e quali aree possono riposare al momento.

1. Condivisione sociale

Il ruolo della condivisione sociale è in aumento. La logica semplice è: se è condivisa, è preziosa. Se hai ignorato SMO per i tuoi progetti, è giunto il momento di iniziare subito con questi. I segnali social su cui dovresti lavorare subito sono:

  • Google+ Azioni
  • Facebook Azioni
  • Facebook Commenti
  • Facebook Piace
  • Perni su Pinterest
  • Tweet

Ma nel caso in cui tu sia stato attivo sul fronte social, sai già quanto questo sia importante e quanto virali possano farti diventare questi segnali. L’ordine di cui sopra è quello che dovresti e devi seguire per l’anno rimanente e la prossima metà del 2014.

GUARDA ANCHE: Le 5 migliori cose da fare dopo aver pubblicato un nuovo post sul blog

2. Conteggio backlink

Non importa quello che la gente può dire, ma la verità è che i back-link sono la spina dorsale di qualsiasi ranking di un sito web. Google ha posto l’accento sulla rinuncia alla SEO per il posizionamento e sul lavoro per costruire un sito Web migliore per i visitatori, ma deve ancora venire il momento in cui Google smetterà di considerare i backlink e si affiderà totalmente alla SEO in loco o ad altri fattori simili. Per il momento, concentrati un po’ di più sul rendere tutto naturale. Google ha preso in considerazione il numero di link no-follow che puntano al tuo sito web. I link no-follow rendono il processo in qualche modo naturale. Inoltre, dovresti considerare di aumentare i backlink solo da siti Web di QUALITÀ e CORRELATI. Alcune persone hanno l’abitudine di ottenere collegamenti da qualsiasi luogo possibile. Farsene una ragione. Quei tempi sono passati e non torneranno mai più. La qualità è la chiave. Inseriscilo nel tuo cervello e nelle tue campagne.

GUARDA ANCHE: Elenco forum Do-Follow ad alto PR del 2013 (genera back-link di qualità)

3. Contenuto

Nei recenti aggiornamenti dell’algoritmo di Google, il contenuto è stato il re. Molti siti web sono stati penalizzati solo per avere CONTENUTI ERRATI. Che cos’è un cattivo contenuto? È un argomento noioso? No. Per cattivo contenuto si intende il duplicato e il contenuto di bassa qualità che è stato raschiato da qualche altra parte o è stato scritto in modo scadente. Alcune altre cose che Google ha preso in considerazione ultimamente sono:

  • Numero di collegamenti interni
  • Conteggio parole
  • Posizione della parola chiave nel titolo
  • Parole chiave nel corpo
  • Parole chiave nei link esterni
  • Parole chiave nei link interni
  • Intestazioni H2 e H3 (H1 ha un po’ perso un po’ in gara)
  • Conteggio immagini e tag

GUARDA ANCHE: 10 plugin WordPress più essenziali per il 2013

4. Altre cose tecniche

Ci sono una manciata di cose più tecniche che dovresti considerare per migliorare il posizionamento del tuo sito web. Questi sono:

  • Velocità di caricamento del sito. Consiglierei di passare al cloud in caso di problemi con questo.
  • I sottodomini stanno perdendo popolarità con Google

5. Voci

Secondo una mia fonte molto affidabile, Google ha scoraggiato i siti Web con molti annunci. Poiché quasi tutti i siti Web su Internet utilizzano Adsense, Google sa già quanti annunci stai pubblicando e quindi potrebbe riflettersi sul tuo sito Web. Ma a meno che gli specialisti non lo annuncino, ho intenzione di classificarlo come una voce.

Bonus: Ecco la tavola periodica dei fattori di ranking seo per il 2013 sviluppata dai nostri amici di searchengineland.

fattori di ranking seo 2013 (tavola periodica)
Clicca sull’immagine per ingrandirla

Ci auguriamo che trovi utile il post. E se hai qualche domanda relativa agli scioperi SEO nella tua mente, sentiti libero di chiedere nei commenti sotto il post.

Leave a Comment

Your email address will not be published.