Il tuo Mac funziona lentamente? Ecco come velocizzare il Mac

Sono passati quasi due anni da quando sono passato da Windows a Mac OS X come sistema operativo principale e da allora non ho più guardato indietro. Ci sono molte cose in cui i Mac sono intrinsecamente migliori e ci sono alcuni in cui non sono all’altezza di Windows, proprio come ti aspetteresti da qualsiasi sistema operativo. Un’area, tuttavia, in cui OS X è indiscutibilmente superiore, è la stabilità e le prestazioni del sistema. Prendi ad esempio i rallentamenti del sistema; un Mac recente di solito impiega cinque volte più tempo di Windows per arrivare a una fase in cui sentirai un calo delle prestazioni, e anche in questo caso è abbastanza facile da risolvere. Diciamo solo che prima ancora di considerare la possibilità di reinstallare il sistema operativo sul tuo Mac, devi provare questi passaggi per vedere se questo accelera OS X.

Un’altra cosa prima di arrivare a queste attività di manutenzione, tieni presente che mentre diciamo che i Mac non rallentano in generale, non è universale. Dipende anche dall’hardware del tuo sistema. Come regola generale, più vecchio è il tuo hardware, più il tuo Mac sarà incline a rallentare. Quindi, per tutti gli scenari in cui vedi il degrado delle prestazioni del tuo Mac, puoi provare questi passaggi per velocizzare il tuo Mac (in nessun ordine particolare).

Chiudi le app correttamente su OS X

OS X generalmente non chiude tutti i programmi quando si fa clic sul pulsante della croce rossa, ma alcuni programmi potrebbero continuare a essere eseguiti in background anche se scompaiono dalla vista principale. L’esempio classico di questo è Chrome, che è un grande maiale di risorse su un Mac. Il comportamento predefinito di OS X consiste nel mettere un piccolo punto (o illuminarsi, a seconda della versione di OS X che stai utilizzando) sotto l’icona di un programma ancora in esecuzione, in modo che siano abbastanza facili da identificare. Per raggiungere questo obiettivo, puoi utilizzare il Comando + Q combinazione di tasti per uscire correttamente da un programma, oppure fare clic con il pulsante destro del mouse sull’icona del Dock e selezionare Esci da li. Fallo per tutti i programmi che non ti servono in esecuzione in background.

Chiudere l'esecuzione di programmi

Evita di usare Chrome sul tuo Mac

Questa è più una misura preventiva, ma vale la pena dare un’occhiata anche se il tuo Mac ha rallentato. Chrome presenta una serie di problemi a causa dei quali in realtà non è d’accordo con OS X e, a meno che tu non sia davvero legato all’ecosistema di Google ed è inevitabile, dovresti usare Safari invece di Chrome su un Mac. Non solo Chrome è un grande monopolista di risorse, ma ingombra anche il tuo disco rigido e l’elenco delle app installate davvero male a causa del modo in cui memorizza estensioni, segnalibri e, peggio di tutto, le app di Chrome. Non esiste nemmeno un modo sicuro e ottimizzato per utilizzare Chrome sul tuo Mac; a meno che Google non lo risolva, il meglio che puoi fare è evitare del tutto Chrome.

Nel caso in cui non fossi soddisfatto di Safari, ecco un elenco dei migliori browser per Mac OS X a cui puoi fare riferimento.

Utilizza il monitor attività

I Mac sono dotati di un davvero potente Monitoraggio attività che ti consente di dare un’occhiata abbastanza bene a CPU, disco, memoria, energia e utilizzo della rete da parte di processi e app. Se stai affrontando un sistema rallentato, vale la pena dare un’occhiata alle schede CPU e Memoria su Activity Monitor per vedere quali app stanno consumando la maggior parte delle risorse e chiuderle o trovare un’alternativa. Puoi anche ordinare gli elementi in base alla potenza o al processore che stanno utilizzando, quindi è abbastanza facile identificare i trasgressori.

Monitoraggio attività

Riavvia il tuo Mac ogni tanto

La gestione dell’alimentazione di OS X è estremamente efficiente, forse la migliore tra le piattaforme di elaborazione desktop, e ciò comporta una sfida tutta sua. Poiché non hai davvero bisogno di spegnere o spegnere il tuo Mac, potresti prendere l’abitudine di chiudere semplicemente il coperchio quando non stai utilizzando la tua macchina e riportarla in vita quando ne hai di nuovo bisogno. Ciò potrebbe comportare il mancato riavvio del sistema per settimane di seguito. L’impatto che ciò ha è che il tuo Mac continuerà a mantenere in vita frammenti e processi rotti che sono stati danneggiati e non erano realmente in uso. Quindi, è una buona idea riavvia il tuo Mac se stai affrontando problemi di rallentamento; il più delle volte, sarà tutto il rimedio di cui avrai bisogno.

Potresti anche voler esaminare 8 modi per riavviare il Mac per risolvere i problemi.

Controlla gli elementi di avvio del tuo Mac

Ogni sistema operativo viene fornito con un elenco di elementi di avvio; programmi che entreranno in azione non appena il sistema sarà avviato e pronto per l’uso. Alcuni di questi sono fondamentali per il funzionamento del sistema operativo; altri, aggiungiamo noi stessi per rendere la nostra vita conveniente. In generale, ci sono un certo numero di app che chiederanno di essere avviate al momento dell’accesso e potresti finire per dare loro il permesso di farlo a causa della loro utilità. Ciò alla fine si tradurrebbe in un lungo e sovraffollato elenco di elementi di avvio che fanno più male che bene. Pertanto, è consigliabile controllare periodicamente il tuo elenco di elementi di avvio e rimuovere tutto ciò che non è assolutamente necessario per te.

Gestisci elementi di avvio

Per accedere agli elementi di accesso, avviare Preferenze di Sistema e vai il Utenti e gruppi Pannello. Là, seleziona il tuo utente da sinistrae fare clic Elementi di accesso dal lato giusto. Selezionare qualsiasi cosa nell’elenco che non è richiesta e premi il pulsante meno in basso per eliminarlo dall’avvio del sistema.

Pulisci il disco rigido del tuo Mac

Uno spazio di archiviazione quasi completo rallenterà qualsiasi sistema operativo, indipendentemente dalla piattaforma su cui ti trovi (e no, non stiamo parlando di RAM; è un semplice spazio di archiviazione). Questo perché anche i file critici per il sistema vengono archiviati ed eliminati costantemente e, se è disponibile uno spazio di archiviazione inferiore a quello ottimale, il sistema avrà difficoltà su dove conservare i suoi elementi (per non parlare del fatto che è abbastanza disordinato). Come regola generale, dovresti sempre avere più del 10% dello spazio di archiviazione totale disponibile come spazio libero.

Archiviazione Mac

Per controllare lo spazio di archiviazione disponibile su un Mac, un modo per farlo sarebbe facendo clic sul logo Apple nell’angolo in alto a sinistra della barra dei menu e selezionando Informazioni su questo Mac. Dal nuovo riquadro che si apre, fare clic sulla scheda Archiviazione per visualizzare la quantità di spazio di archiviazione disponibile, nonché un’approssimazione di quali tipi di file stanno consumando la maggior parte dello spazio.

Per la parte di pulizia, ci sono una serie di programmi affidabili di terze parti che puoi utilizzare. OnyX è un ottimo candidato che fa molto di più della pulizia del disco rigido e vale la pena dare un’occhiata. Un altro strumento che vorresti prendere in considerazione per rimuovere file di lingua extra dal tuo Mac è Monolingue, che può comportare la liberazione di una notevole quantità di spazio di archiviazione, soprattutto se non sono necessarie le lingue aggiuntive. Infine, per rimuovere le app indesiderate, il mio preferito è AppCleaner; un’altra utility gratuita che eliminerà non solo le app, ma anche i loro resti dal tuo Mac.

Riduci gli effetti visivi sul tuo Mac

Non sono un grande fan di farlo, ma un certo numero di persone afferma che funziona per loro. Poiché OS X è piuttosto stupendo, raggiunge quegli sguardi attraverso una serie di animazioni ed effetti visivi. Se stai affrontando un sistema lento, potrebbe aiutare a ridurre questi effetti.

In OS X El Capitan, ci sono due aree principali per farlo. Per prima cosa, devi fare in Preferenze Dock e laggiù, deseleziona quanto segue:

  • Ingrandimento
  • Riduci a icona le finestre nell’icona dell’applicazione
  • Anima le applicazioni di apertura
  • Nascondi e mostra automaticamente il dock

Inoltre, dal menu a tendina Riduci a icona le finestre usando, seleziona Effetto scala invece di Effetto genio.

Dock effetti visivi

La seconda area è ridurre la trasparenza. Per farlo, devi andare a Impostazioni di accessibilità da Preferenze di Sistemaquindi fare clic Schermo e seleziona la casella accanto a Riduci la trasparenza.

Riduci la trasparenza

Nota: Tieni presente che tutti questi avranno davvero un impatto negativo sull’aspetto grafico di OS X, quindi la mia raccomandazione è di eseguirli solo come ultima risorsa.

Disabilita FireVault sul tuo Mac

Questa è ancora una di quelle aree in cui devi sacrificare qualcosa per ottenere prestazioni. FireVault è la tecnica di crittografia predefinita di OS X per proteggere i tuoi dati personali e, poiché Yosemite, è abilitata per impostazione predefinita. Sui Mac meno recenti. questo può compromettere seriamente le prestazioni, quindi potresti ottenere alcune prestazioni disabilitandolo. Tuttavia, ciò mette a rischio i tuoi dati perché non vengono più crittografati.

È possibile accedere alle impostazioni di FireVault tramite il Sicurezza e privacy riquadro dentro Preferenze di Sistema. Solo spegnilo se non ne hai bisogno, e riavvia il tuo Mac una volta dopo per buona misura.

FireVault

Vai piano sugli accessi multiutente

OS X ha una gestione degli account abbastanza buona e più utenti possono accedere contemporaneamente e continuare a passare da uno all’altro. Tuttavia, il problema sorge quando diversi utenti che hanno effettuato l’accesso hanno programmi in esecuzione in background, anche quando il loro account non è in uso. Ciò consuma preziosa RAM e quindi, se un utente non utilizzerà il sistema per un po’ di tempo, è meglio disconnettersi e consentire ad altri di accedere invece di cambiare utente.

Esegui il pronto soccorso sul disco rigido del tuo Mac

È raro, ma succede. Può succedere che alcuni file sul tuo Mac abbiano le loro autorizzazioni incasinate, o alcuni blocchi del disco potrebbero essere assegnati alla dimensione sbagliata o qualsiasi altra cosa di questa natura. Per fortuna, OS X offre una soluzione davvero semplice per questo. Avvia Utility Disco da Launchpad e seleziona il tuo disco rigido principale (su cui è installato OS X) dal riquadro di sinistra. Quindi, fare clic su Pulsante di pronto soccorso in cima. Questo eseguirà una serie di operazioni sul tuo disco che dovrebbero risolvere i problemi più comuni se esistessero.

Primo soccorso

Ripristina l’SMC del tuo Mac

Questo è un tipo di misura abbastanza di ultima istanza, qualcosa che dovresti fare prima di eseguire una reinstallazione completa del sistema. SMC, o System Management Controller, è fondamentalmente responsabile della gestione dell’alimentazione, degli adattatori, dei driver video, dei controller delle ventole del disco e di molte altre cose. Questo è anche il motivo per cui il ripristino di SMC può risolvere una miriade di problemi con il tuo Mac.

Il ripristino di SMC è diverso in base al tipo di Mac che stai utilizzando.

Se hai un Macbook senza batteria rimovibile, assicurati che sia collegato a una fonte di alimentazione, quindi premi contemporaneamente i tasti Ctrl + Maiusc + Opzione + Accensione (sì, sarà un po’ complicato da fare). Rilascia questi tasti, quindi usa il tasto di accensione per accendere il tuo Macbook e il tuo SMC sarà stato ripristinato.

Se tuo Il MacBook ha una batteria rimovibile, è necessario scollegarlo e rimuovere la batteria. Quindi, tieni premuto il tasto di accensione per circa 5 secondi. Ora, reinserisci la batteria, ricollega il laptop e accendilo. SMC è stato ripristinato.

Per iMac, Mac Mini o Mac Pro, è molto semplice, perché SMC viene ripristinato praticamente ogni volta che il sistema viene scollegato (non solo spento). Per farlo manualmente, spegni il Mac e scollegalo; attendere circa 20 secondi e ricollegarlo.

GUARDA ANCHE: 11 suggerimenti e app per mantenere pulito il tuo Mac

Riparare un Mac rallentato non è una scienza esatta e possono esserci così tante cose che possono funzionare mentre altre potrebbero no. Qui, ciò che abbiamo raccolto sono correzioni comuni che dovrebbero funzionare nella maggior parte degli scenari, ma potrebbero essere sempre necessarie misure più estreme. Ovviamente, una delle cose più ovvie da fare sarebbe aumentare la RAM e il disco rigido del tuo Mac, ma è costoso. Allo stesso modo, ti consigliamo di eseguire il backup delle librerie di foto in una posizione esterna, magari un backup online, perché possono sfuggire di mano molto velocemente. Ciò, tuttavia, richiede tempo. L’opzione più drastica è investire in un Mac più nuovo e con specifiche più elevate. Alla fine, dipende interamente da te come vuoi gestire il tuo Mac, ma prova questi suggerimenti prima di ricorrere a misure estreme.

Leave a Comment

Your email address will not be published.